L'1% DEL CERVELLO: UN FALSO MITO

La Svegliatevi! dell'8 febbraio 1996 p.6 dice: “La Bibbia ci incoraggia a verificare quello che la gente dice anziché accettare ciecamente tutto quello che sentiamo. “L’orecchio stesso prova le parole, proprio come il palato gusta quando si mangia”, dice. (Giobbe 34:3) Non è proprio così? Non assaporiamo di solito il cibo prima di mandarlo giù? Dovremmo anche provare le parole e le azioni altrui prima di accettarle. Chi è sincero non si offende se verifichiamo le sue credenziali. Che si debba verificare la genuinità di una cosa è confermato da un proverbio scozzese che dice: “Se uno mi inganna una volta, è una vergogna per lui; se mi inganna due volte, è una vergogna per me”.


In più occasioni, il Corpo Direttivo ha lodato l’accuratezza delle ricerche effettuate per la stesura delle pubblicazioni dell’organizzazione. Potete leggerne un esempio nell’Annuario del 2011 a pagina 35.

Ma ci sono delle cose che non tornano.

Al fine di trovare supporti in ambito biologico che siamo stati fatti per vivere per sempre sulla terra, spesso le pubblicazioni riportano affermazioni secondo le quali usiamo solo una piccola parte del nostro cervello.


Ecco le citazioni.


Torre di Guardia 15 gennaio 1985 pag.16 “L’autore di The Brain Book afferma: “Nella nostra testa si trova uno dei più complessi sistemi dell’universo conosciuto. La sua potenza e la sua versatilità superano di gran lunga quella di qualsiasi computer costruito dall’uomo”. Aggiunge: “Spesso si dice che usiamo solo il 10 per cento delle effettive capacità della nostra mente. Ora si pensa che questa sia una stima per eccesso. Probabilmente non ne usiamo nemmeno l’1 per cento, o, cosa più probabile, solo lo 0,1 per cento o anche meno”.” (Da notare che l’autore del libro non è menzionato. Egli infatti non è un neuroscienziato ma è Peter Russell, autore del libro citato The Brain Book e di altri libri in cui indaga le connessioni della scienza con il misticismo orientale. Giudicate voi se è una fonte attendibile...)

Svegliatevi! 22 ottobre 1995 pag.8: “I neuroscienziati dicono che nell’attuale arco di vita usiamo appena una minima parte del potenziale del nostro cervello, secondo una stima solo circa 1/10.000, ovvero 1/100 dell’1 per cento” (Da notare anche qui che non ci sono citazioni dirette di chi siano questi neuroscienziati)

Dal libro Esiste un Creatore a pagina 62: “Alcuni neurobiologi calcolano che nell’arco di una vita media una persona utilizzi solo un centesimo dell’1 per cento(1 parte su 10.000) del suo potenziale cerebrale” (ancora una volta tutta la precisione, a cui il Corpo Direttivo tiene tanto, viene meno, non riportando alcun riferimento specifico a questi neurobiologi)

Ora, tutto questo non desta il minimo sospetto nel buon fratello medio che si fida di ogni parola che è scritta nelle pubblicazioni, preparate con tanta accuratezza... Finché non si incappa in cose come queste:


https://www.psicologianeurolinguistica.net/2010/02/psicologia-e-mito-usiamo-il-10-del.html


https://it.m.wikipedia.org/wiki/Sfruttamento_del_10%25_del_cervello


https://web.archive.org/web/20060402235936/http://brainconnection.com/topics/?main=fa%2Fbrain-myth


Come potrete leggere voi stessi, la credenza dell’uso dell'1% del cervello è un mito, una leggenda, una falsa credenza perpetrata dai media e che affonda le sue radici agli inizi del Novecento ma che è stata ampiamente confutata dai neuroscienziati e in particolare in modo molto sistematico da Beyerstein.

Vi consiglio di leggere l’articolo di riferimento su Wikipedia e di effettuare le vostre personali ricerche, al fine di non contribuire a perpetrare delle bugie.

Il libro "Traete beneficio dalla Scuola di Ministero Teocratico" a pag. 225 afferma: "Ricordatevi di controllare che le informazioni siano aggiornate. Le statistiche diventano obsolete, le scoperte scientifiche vengono rapidamente superate"


Questo consiglio non è stato seguito dalla WTS. La conseguenza?

La Torre di Guardia del 1° novembre 2003 spiega: "Fidarsi significa fare assegnamento su qualcuno, poter contare sulla sua sincerità e onestà [...] Si acquista lentamente ma si può perdere in un attimo." Potete continuare a fidarvi delle pubblicazioni WTS?

Proverbi 14:15 dice: “L’ingenuo crede a tutto ciò che gli viene detto

Valutate attentamente: in chi state riponendo la vostr fiducia? Su quali basi avete impostato la vostra vita?

 

©2019 by Testimoni di Geova Consapevoli.